Ospedale di Santa Maria Nuova

(sec. XIV)


via Borgovico, 6


L’ospedale fu istituito nel corso del Trecento dalla famiglia Suga per far fronte alle necessità dei poveri e dei pellegrini diretti a Roma, ma nel 1452 il suo patronato passò alla famiglia Meda, che nel 1556 lo donò a sua volta ai Maranesi. Nonostante fosse stato aggregato all’Hospitale novum (il Sant’Anna) sin dal 1468, i patroni continuarono ad amministrarlo autonomamente fino al 1596. Dopo la soppressione della chiesa alla fine del Settecento, gli edifici nell’antico ospizio furono affittati alle suore Giuseppine, dal 1875 impegnate nell’educazione di giovani cieche e sordomute e nella collaborazione con le iniziative assistenziali promosse dalle parrocchie cittadine.

I documenti raccontano…

Dichiarazioni di Gerolamo Suga, patrono di Santa Maria Nuova, 1442

Ecco le spese sostenute dall’ospedale:

  • anzitutto presso l’ospedale vivono giorno e notte almeno otto poveri, tra maschi e femmine;
  • inoltre vi è una stanza a pianterreno nella quale sono ospitati pellegrini;
  • inoltre si sostengono grandi spese per mantenere letti, materassi, lenzuola e pagliericci per accogliere poveri e pellegrini e per far seppellire i poveri e i pellegrini che muoiono nell’ospedale;
  • inoltre, all’inizio dell’attuale gestione, l’ospedale si presentava in rovina e utensili e letti erano andati perduti durante le guerre degli anni scorsi; ora però l’edificio è stato ricostruito e molti letti e molti utensili sono stati acquistati dai ministri che si sono succeduti negli ultimi ventisei anni;
  • inoltre negli ultimi ventisei anni i ministri dell’ospedale hanno acquistato un calice e un messale;
  • inoltre ogni anno si spendono dieci fiorini per far celebrare messe nella chiesa e per comperare cera ed olio per illuminarla;
  • inoltre vi è la spesa per il mantenimento del ministero, della moglie e di un servo che presta servizio ai poveri e ai pellegrini;
  • inoltre ogni anno si spendono sei fiorini per sistemare, potare e mettere in ordine la vigna;
  • inoltre ogni anno si spendono quattro fiorini per mantenere in ordine le case dell’ospedale. 
Dallo stato della parrocchia di San Giorgio compilato per la visita del vescovo Gian Battista Mugiasca, 1778

La chiesa di Santa Maria Nuova ha l’onere di distribuire pane ai poveri per un valore di diciotto lire imperiali e a quest’onere adempiono i patroni Maranesi.

Scarica la scheda

Immagine principale. Ambito comasco, San Rocco pellegrino si dirige verso una città, sec. XVII (Como, chiesa di San Provino)

In basso. Ambito lombardo, Visitare gli ammalati, sec. XV (Mandello del Lario, chiesa di San Giorgio)